Lo Spettacolo

Risate e fantastiche emozioni

 

Divertirsi è un diritto di tutti e di ciascuno. La nostra compagnia crea le condizioni affinché ciò avvenga.

C’è uno spettacolo che da migliaia di anni non finisce mai di stupirci e divertirci. Lo spettacolo che fa un Clown quando si muove sulla scena ed interagisce, a suo modo, con chi gli sta intorno.

Sono uno spettacolo le cose che un clown realizza, secondo la sua fantasia e le sue idee che sono molto lontane da quelle logiche normali di tutti gli uomini. Una barca non ha le ruote, per un Clown sì. Una biciletta non ha il timone, per un clown sì. Un qualsiasi oggetto è inanimato, non ha capacità e possibilità di essere e volere, gli oggetti del clown no, si animano ed hanno capacità di intendere e di volere.

IL CLOWN GIONNI, è ispirato e sorretto dalla più genuina e lunga tradizione di spettacolo: IL CIRCO tramandatagli dai suoi avi.

Lo spettacolo circense ci ricorda inevitabilmente le esibizioni di fantastici acrobati, il coraggio di nerboruti domatori, di belve feroci, pazienti addestratori di animali, fantastici, chiassosi e pasticcioni pagliacci, che venivano solitamente mandati fuori dalla pista del circo, dall’inappuntabile, Mister Loyal o dall’ormai tramontato clown bianco.  Non tutti sanno, però, che il circo è stato per anni il teatro itinerante, il teatro dei poveri, il teatro del popolo.

Gli artisti circensi, infatti, rappresentavano in città e paesi dove non vi erano teatri o iniziative teatrali: farse, bozzetti, e piccole commedie, ispirate appunto alla commedia dell’arte.

Sono i motivi fondamentali per cui il CLOWN GIONNI, vuole mantenere intatto il patrimonio della commedia classica, di costume, tanto da permettere al suo pubblico di tuffarsi in una dimensione che faccia rivivere un tempo ormai andato, attraverso la messa in scena di un testo classico, senza gratuite manipolazioni e manovre di ammodernamento, per poi spacciare il tutto come: (teatro sperimentale, teatro d’avanguardia, teatro minimale, ecc.).  Noi vogliamo dare l’opportunità, in special modo alle nuove generazioni, di conoscere il teatro per come e per chi è stato scritto ed immaginato, entrare nello spirito dell’autore e dei personaggi, dell’epoca e del contesto sociale.

Faremo accomodare gli ospiti a tavola, per far sentir loro il profumo del teatro come sentire il profumo ed il sapore della buona cucina di una volta.